VALERIAN E LA CITTÀ DEI MILLE PIANETI UN FILM DI LUC BESSON

1

QUANDO UN MONDO NON BASTA 

53063

vc8su10

Ispirandosi al fumetto francese Valerian (Valerian et Laureline) scritto da Pierre Christin e illustrato da Jean-Claude Mézières, Besson dà vita ad un mondo fantastico ed affascinate. I protagonisti sono gli agenti intergalattici Valerian e Laureline, tra i quali c’è attrazione ma essendo il primo un noto rubacuori, Laureline non vuole cedere alle sue avance. I due si troveranno coinvolti in un’intricata situazione ai danni di una specie pacifica a cui gli umani hanno portato via molto. Al di là della trama il film colpisce in prima battuta per la cura dei dettagli e per la stupefacente riproduzione del mondo immaginato dall’autore, un mondo complesso con tantissime specie viventi diverse, bizzarre, curiose e talvolta raccapriccianti. Ho trovato molta originalità tanta ironia in questo nuovo universo e benché la specie bistrattata dagli umani assomigli molto ai Na’vi di Avatar, vi sono moltissimi altri elementi originali ed affascinanti a partire dal piccolo replicatore fino alla stupida e truculenta specie che rapisce Laureline.  La presenza di Rihanna è d’impatto così come il personaggio da lei interpretato. Curatissima la scelta dei costumi e degli scenari. Non ho provato grande simpatia per i protagonisti che appaiano sin da subito arroganti e spocchiosi ed a mio avviso hanno tratti somatici troppo adolescenziali che li rendono poco credibili ed artificiosi nel loro ruolo. Pessima l’interpretazione di Clive Owen, quasi una caricatura venuta male del colonnello Quaritch di Avatar. Un po’ delusa dal finale, confuso e tipico del colossal americano in grado di far perdere punti ad un lavoro che resta comunque di grande rilievo per gli amanti del genere.

Greca_Film_Telefilm

HOME – INDICE RECENSIONI FILM

Annunci

Cattivissimo me 3 un film di Pierre Coffin, Kyle Balda e Eric Guillon

Cattivissimome3_Agnes

SQUADRA CHE VINCE
NON SI CAMBIA

cm3_image5

53648

vc6su10

Ci troviamo ancora una volta catapultati nella famiglia, sempre più allargata, del famosissimo Gru che da super cattivo di fama mondiale, diventa un super agente   assieme alla sua dolce metà. Qualcosa tuttavia va storto ed il terribile Balthazar Bratt, sfugge alla coppia che per colpa del fallimento perde il lavoro. La vita di Gru tuttavia non è mai priva di colpi di scena ed infatti proprio nel momento propizio  scopre di aver un fratello gemello di nome Dru. Iniziano così le peripezie dei due fratelli e la lotta interiore di Gru contro la pericolosa ma invitante via del male, dal quale sembra essere richiamato come un magnate. I buffi ed imprevedibili Minions si danno alla fuga e le donne di casa imparano a conoscersi ed a volersi bene. Una trama migliore e di gran lunga più spassosa del film “Minions” ma nemmeno lontanamente paragonabile al primo film. Anche se ormai siamo abituati alle serie Tv e ai film seriali, non vado pazza per questi film che ripropongono ad oltranza gli stessi personaggi, benché simpatici ed adorabili. Del resto, come dice anche il detto “Squadra che vince non si cambia“, non ci resta che aspettare il prossimo episodio. 

cattivissimo-me-3-canzoni-trailer

Greca_Film_Telefilm

HOME – INDICE RECENSIONI FILM

Piccoli Brividi un film di Rob Letterman

ATTENTO A QUELLO CHE SCRIVI …

50620

Vc7su10

Il giovane Zach si trasferisce da New York in un piccolo paesino di provincia con la madre dopo la prematura dipartita del padre. Qui incontra la sua nuova vicina, Hannah, una misteriosa ragazza della sua stessa età. Hannah sembra vivere un’adolescenza difficoltosa a causa del suo burbero ed iper protettivo padre che la tiene segregata in casa lontana da tutto e da tutti. Zach si sente in dovere di aiutarla e non ottenendo l’appoggio della madre e della polizia locale decide di introdursi furtivamente nella casa di lei per salvarla. Dagli Stine le cose tuttavia non sono come sembrano e la vita di Zach si tinge di horror e magia… Trovo che il film di Letterman sia una visione interessante per gli adolescenti e nostalgica per chi come me è cresciuto sfidando la paura e le impreviste opere letterarie di Stine. La trama è abbastanza originale, non tale da essere davvero spaventosa ma non priva di imprevisti colpi di scena. Stupisce l’ampio spazio lasciato alla parte sentimentale. L’epilogo, a differenza dei romanzi, sarà a lieto fine?

PiccoliBrividiFilm.png

Greca_Film_Telefilm

HOME – INDICE RECENSIONI FILM

La La Land un film di Damien Chazelle

ATTENTO A QUELLO CHE SOGNI …

51plFxG0pKL

Vc7su10

Mia e Sebastian  due sconosciuti, due artisti che arrancano in una L.A. che non sembra regalare nulla a nessuno. Mia, aspirante attrice, si vede rimbalzare ad ogni provino. Sebastian a causa di una truffa perde tutto e si ritrova al verde ed alla deriva, un po’ come il suo amato jazz ormai alla fine degli anni d’oro. Tra incontri e scontri, il fato s’impunta e per quanto improbabile i due continuano a vedersi fino a quando tra loro non scatta la magica scintilla dell’amore. Un musical che ha riscosso molto successo agli oscar, pur essendo un genere non amato da tutti. La storia nei fatti non vuole essere credibile o verosimile, ma giocare con luci e colori mischiando il sogno con la realtà ed il presente con il passato (un plauso alla nuova frontiera della pubblicità grazie alla potente lobby della Toyota). Devo dire che nel complesso è un film godibile che perde della leziosità classica del musical nell’evolversi della trama. Una buona prova per le giovani star di Hollywood Ryan Gosling ed Emma Stone, che hanno dovuto tirar fuori una pluralità di talenti oltre alla recitazione. Interessante il messaggio del film che mostra come amore e successo concorrano spietatamente l’uno sull’altro e come la felicità non è quella che ci si aspetta ed il vero amore è quello che resta sospeso nella memoria e nel ricordo senza cadere nella routine della quotidianità. Alla vostra sensibilità l’ardua sentenza…

emma-stone-ryan-gosling-759.png

Greca_Film_Telefilm

HOME – INDICE RECENSIONI FILM

Equals un film di Drake Doremus

LA FORZA DELL’AMORE

locandina-equals

vc6su10

Un mondo del futuro, in cui i superstiti della grande guerra vivono in una civiltà iper controllata e standardizzata, in cui il sogno delle multinazionali di oggi è realtà. La popolazione è infatti costituita da obbedienti ed apatici esseri umani dediti solamente alla loro mansione lavorativa. In questa realtà, le emozioni sono considerate addirittura i sintomi di una malattia, chiamata SOS. Le famiglie non esistono più ed i bambini sono concepiti tramite fecondazione artificiale. Silas, esponente impeccabile di questa realtà alienante, comincia a provare un desiderio ossessivo verso una sua collega, Nia. Allarmato da queste nuove sensazioni, teme di essere affetto dalla temuta SOS. Nemmeno i farmaci inibitori tuttavia posso nulla contro questa violenta passione, in particolare modo quando Silas scopre che il suo amore per Nia è corrisposto. I due iniziano così una pericolosa relazione clandestina… Un film d’amore futuristico, in una distopia che vede le emozioni ed i sentimenti come i peggiori nemici degli uomini. L’idea di fondo è abbastanza originale, benché trovo zoppicante la sua implementazione: molti sono i momenti improbabili ed in contraddizione con l’intransigenza del sistema che viene presentato. Forse troppo romantico per il genere e privo di una vera suspance. Eccessivamente piatta e apatica l’interpretazione dei protagonisti, anche in momenti in cui ciò non era richiesto. Ho visto di peggio, ma si può fare decisamente meglio.

maxresdefault

Greca_Film_Telefilm

HOME – INDICE RECENSIONI FILM