“YOU” UNA SERIE DI GREG BERLANTI & SERA GAMBLE – SECONDA STAGIONE

You-696x870.jpg

Vc8su10.png

Finalmente è disponibile la seconda serie di You, la cui trama è ispirata al romanzo omonimo scritto dall’autrice Caroline Keynes. In questa trance della storia Joe è costretto a fuggire e a cambiare identità, per non essere ricattato dalla sua prima e misteriosa ex fidanzata, Candace. Approda così nella caotica Los Angeles e sotto  falsa identità promette a sé stesso di non incappare più negli errori del passato e di  abbandonare l’ossessionata ricerca dell’anima gemella. Certe abitudini tuttavia sono difficili da superare. Come nella prima stagione Penn Badgley interpreta in modo brillante, sarcastico e sagace il ruolo di Joe ma a dargli manforte intervengono personaggi molto più amabili e carismatici del capitolo precedente, prima fra tutte l’adorabile Love Queen, interpretata dall’attrice Victoria Pedretti. Love è la ragazza magicamente imperfetta, estroversa, di cuore, dolce e passionale, dotata di un grandioso carisma e mossa dall’amore per le buone intenzioni e per la cucina. Interessanti anche le sorelle Alves vicine di casa di Joe, Ellie e Delilah, entrambe belle, sveglie e intelligenti. Il cast così assortito rende sfocati e poco amabili i personaggi della stagione precedente dando un boost a ogni singolo episodio. Vi sono sicuramente parti poco realistiche, ma a stento vai a cercare il difetto per seguire l’evolversi della trama che inchioda allo schermo fino all’ultimo. Forse meno colpi di scena rispetto alla precedente serie ma sicuramente maggiormente accattivante, mantenendo inalterato quello che è il fil rouge della storia, la linea tra buono e cattivo è sempre labile e instabile. 

 

Salem – La seconda stagione

Bruciarsi sul finale

cast-salem-season-2-wgn-america

Non potevo esimermi dal dare il mio parere sulla seconda serie di Salem andata in onda su Sky. Grandi sono l’impatto e la presenza scenica della ormai conosciuta Lucy Lawless nei panni della glaciale e spietata Contessa Von Marburg. La Lawless, nota ai più per l’interpretazione epocale della statuaria Xena, è riuscita a reinventarsi in maniera molto capace, regalando una performance di alto livello e confermando il talento e la versatilità già visti in Spartacus. L’attrice appare a sua agio nei ruoli subdoli e meschini, in netto contrasto con la sua immagine giovanile di amazzone ribelle in lotta per la libertà dei più deboli.

Salem_15-13-2054

Un personaggio degno di nota è quello di Mercy Lewis interpretato dalla giovanissima Elise Eberle,  protagonista di scene spaventose e raccapriccianti. Un ruolo né bello né tantomeno semplice, che la Eberle incarna fin troppo bene.

elise-eberle-salem-season-2-wgn-america.jpg

Interessante il personaggio di Sebastian Von Marburg  interpretato dal neofito del piccolo schermo Joe Doyle. Intrigante, affascinante  e misterioso, anche se a tratti un po’ effeminato.

254602.960x540

Deludente è inutile il personaggio del  Dr. Samuel Wainwright che al pari di John Alden e di Tituba appare spesso ridicolo e di secondo piano. Gli altri personaggi si difendo senza spiccare, anche il piccolo John per quanto bravo non mi ha convinto fino in fondo.

oliver-bell-salem-season-2-wgn-america.jpg

Sebbene la bella Janet Montgomery sia molto capace nel ruolo di Mary Sibley diventa nel lungo periodo noiosa, ripetitiva e meno letale di quello che avrebbe dovuto essere.

salem-movie-still-3

Nel complesso una serie  ben realizzata, con favolosi costumi, intriganti set e spaventosi effetti speciali, che tuttavia si brucia con un finale mediocre e scadente. La speranza è che possa ripartire con il piede giusto, dando vita ad una terza stagione fatta come si deve.