Oggi Con Noi – Jessica Verzeletti

Per la rubrica “Oggi Con Noi” diamo il benvenuto a Jessica Verzeletti ed al suo romanzo

13153338_937284699722132_750499564_n

Ciao Jessica e grazie per aver aderito all’iniziativa di Passione libri in gemellaggio con Le infinite vite di un’autrice di Eleonora Panzeri e Alice Jane Raynor. Direi di non perdere altro tempo e iniziare subito con le domande.

1

1.Com’è nato il tuo romanzo, e soprattutto da cosa trai le maggior ispirazioni?

Innanzitutto il romanzo è nato da una mia pura passione, l’angeologia, ed a seguito di alcune mie documentazioni e letture mi sono soffermata su quante cose ci vengono nascoste o poste in modo diverso nella nostra società. E’ proprio da ciò che ho tratto la maggiore ispirazione per la stesura di questo libro: i veri e puri schemi mentali che portano le persone ad una routine quotidiana, quasi meccanica, valori ed idee inculcate a forza per creare una sorta di “gregge”, mentre coloro che tentando di uscire da questi schemi e si avviano verso il risveglio si spingono fuori a questa massa a gomitate in cerca di respiro.

2.In che luogo e periodo è ambientata la tua storia?

Il luogo non è definito, ma se vogliamo definire un periodo possiamo dire ci troviamo in un “ipotetico” futuro, dove mondo umano e mondo “dell’invisibile” non sono più un segreto.

3.Cosa rende speciale i tuoi personaggi? Cosa li contraddistingue dagli altri?

Ciò che rende speciale e contraddistingue i personaggi è la loro personalità molto forte, che tende a sottolineare ciò che la morale del romanzo vuole comunicare. Ogni personaggio ha un suo ruolo preciso, una sua identità. L’obbiettivo è far focalizzare nella mente del lettore il personaggio, per captare ciò che vuole esprimere, farlo successivamente riflettere, pensare, mettere le sue idee e pensieri in subbuglio, portandolo a porsi domande e forse… suscitare pure fastidio.

4.Quali sono i punti di forza del tuo romanzo e i temi che tocca?

Il romanzo tocca dei temi che ritengo essere “forti” e molto azzardati, ovvero: gli schemi mentali, i peggiori nemici da sempre e ciò che comportano insieme ai giudizi; Il risveglio spirituale che porta alla consapevolezza di se e di ciò che ci circonda; la figura Luciferina cristiana completamente smantellata e portata alla luce nel suo reale significato dalle origini. Direi che i punti di forza sono i temi stessi, forse persino utili per chi vuole finalmente avviarsi verso un risveglio o per chi ha già la mentalità aperta.

5.Self o casa editrice? Parlaci delle tue esperienze in merito?

Non scarterei nessuna delle due, onestamente ritengo vadano ben valutate in base alle proprie esigenze, visto che entrambe hanno pro e contro. La Casa Editrice sicuramente ti dà più garanzie riguardo i diritti d’autore ed hai un “supporto”, mentre con il Self hai un autonomia tutta tua ma non ti garantisce un affiancamento, però può venir molto utile nel caso si stendano molti romanzi e non si ha l’opportunità di pubblicarli tutti con una CE, potendo comunque pubblicare la propria opera facendosi conoscere.

6.Perché pensi che le persone dovrebbero leggere il tuo libro?

Penso che le persone dovrebbero leggere questo libro perché nella sua semplicità è una storia ricca di contenuti che possono aiutare a risvegliare le menti ormai addormentate, e far riflettere su certi atteggiamenti dell’uomo su alcuni aspetti. Credo perfino che i temi possano suscitare curiosità ed interesse.

7.Piccolo estratto

«Non hai timore di questi posti?» chiese, incominciando a camminare lungo il corridoio che divideva la lunga ed enorme libreria. Potevano sentire solo le loro due voci sussurrate e vedere i loro occhi dai pertugi tra una mensola e l’altra.

«Perché mi fai una domanda del genere?» osservò Lucifer, seguendola passo passo; la sua camminata era talmente felpata che nemmeno se ne percepiva il movimento in quegli istanti.

«In alcuni di questi libri potrebbero essere custodite molte cose su di te, sulla tua vita, i tuoi segreti, per distruggerti, per conoscerti, cose vere, menzogne. Tutto questo ti è indifferente?»

Ci fu un lungo silenzio, così lungo che portò Eva a pensare che forse aveva parlato troppo e che Lucifer se ne fosse andato perché non voleva più sentire le sue chiacchiere, quindi si fermò e guardò verso la libreria, ma lo vide ancora lì, non se n’era andato. Di nuovo rivide quello sguardo che le era ancora capitato di notare tutte quelle volte che si erano scontrati: durante quell’ultimo scontro che l’aveva portata a prendere Lucifer con sé. Era un velo di tristezza, malinconia per un qualcosa che non sapeva spiegarsi. Il giovane si mise una mano sull’occhio che aveva ancora la vista danneggiata, poi la fece scorrere fino alla fronte e si passò la mano nei capelli e rimase lì con lo sguardo verso il soffitto ricoperto di affreschi.

«Dicono e hanno scritto talmente tante cose che nemmeno loro stessi sanno cosa sia vero e cosa no» mormorò. «E forse nemmeno io» concluse abbassando lo sguardo e chiudendo gli occhi.

«Mi stupisci» intervenne Eva, attirando l’attenzione del giovane che voltò lo sguardo verso di lei. «Ti credevo più forte, Lu» confidò.

«Forse ti sei fatta fin troppe aspettative su di me, mi hai sempre e solo visto su dei campi di battaglia fino ad ora» rispose quasi si volesse giustificare. «E tu non sai nulla di me realmente, tanto che pensavi fossi tutt’altra persona.»

«Sì, lo ammetto, ti pensavo diverso, e sono anch’io caduta in balia dei pettegolezzi, ma qualcosa mi ha portato ad aprire gli occhi e a farmi domande su di te» spiegò. «Ma anche tu sei in balia di quegli stessi pettegolezzi, tanto che non sai più chi sei.»

Eva non sapeva da dove venisse tutta quella carica, ma si rese conto che lo stava affrontando direttamente stavolta, più che un affronto, erano confidenze.

«Forse sono solo un mostro, come tutti mi dipingono» rise amaramente Lucifer.

«Tu non sei quello che dicono gli altri, nessuno di noi lo è. Siamo ciò che vogliamo essere e diventare» confidò Eva, che in quel momento si rese conto che gli scaffali erano finiti e che erano arrivati alla fine del corridoio. Qualche passo più avanti e si sarebbero ritrovati faccia a faccia. Non fece in tempo a pensarlo, che così accadde.

Si ritrovarono l’uno davanti all’altra, e di nuovo Eva si sentì in imbarazzo, lo guardò in volto per poco, solo il tempo di dare uno sguardo a quegli occhi azzurro ghiaccio e al viso circondato dai capelli corvini. La differenza d’altezza era parecchia, anche se lei non si riteneva troppo bassa nonostante fosse una donna, la portava lo stesso ad alzare leggermente il capo per guardarlo in volto. Il suo sguardo guizzò velocemente sul fisico statuario, teneva continuamente la giacca di pelle viola aperta ed era impossibile non vedere o far cadere lo sguardo sul fisico, specialmente sull’inizio delle ali tatuate che cadevano dall’inguine in giù. Eva sentì un forte calore in volto e abbassò il capo guardandosi gli stivali sporchi di fuliggine.

«Pensi quindi che io abbia possibilità di scelta? Nonostante tu sappia chi sono?» domandò Lucifer rompendo quel silenzio imbarazzante.

«Ti chiami Lucifer, nel tuo nome vi è il significato di portatore di luce e chiarezza, quindi perché non potresti farlo per te stesso?» ribatté inaspettatamente la giovane.

Lucifer la guardò per qualche istante in modo quasi insistente, mettendo la giovane in soggezione, sembrava quasi stesse per ribattere qualcosa ma le diede le spalle e si avviò lungo il corridoio allontanandosi.

8.Trama del tuo libro

Eva è una giovane strega e cacciatrice, ed insieme al suo amico fidato Jason si trovano ad affrontare i disagi che la Grande Guerra ha diffuso sulla Terra con i suoi influssi. Il mondo degli inferi si sta fondendo con quello umano, creando caos e follia ovunque. I due amici si confronteranno direttamente con “La Stella del mattino” svelandone i segreti e collaborando per ristabilire l’equilibrio del Mondo, prima che sia troppo tardi. Lucifer si dimostra fin da subito una creatura particolare ed avvolta dal mistero. Lui non ha ricordi del suo passato, ma qualcosa è nascosto dietro al suo sguardo glaciale, all’apparenza così potente e freddo e la calunnia delle genti l’ha portato a non sapere più chi fosse veramente. Con l’aiuto del “Libro della Luce” i nostri eroi dovranno cercare e risvegliare i “Cavalieri della Luce”: i Dententori del Potere più grande che esista al mondo per portare l’intera esistenza alla salvezza. Con tante emozioni e colpi di scena Eva e Jhon arriveranno a scoprire la vera natura di Lucifer… Il nome “Lucifer ” significa “Portatore di Luce”. Quindi perchè temerlo così tanto?

9.Link d’acquisto: 

http://www.amazon.it/Lulcifer-Cavalieri-della-Jessica-Verzeletti-ebook/dp/B01EG7OIGY/

http://www.lafeltrinelli.it/ebook/jessica-verzeletti/lucifer-e-i-cavalieri-luce/9788868824211

1

Intervista a cura di TRANQUILLI MARIA DONATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...