SKEGGIA 8 – EPISODIO I — RECENSIONE DI EMANUELA

 1.png

La storia che la scrittrice, Eleonora Panzeri, ci regala, arriva dal futuro. Una città immaginaria in cui millenni fa, gli umani hanno trovato rifugio,  inventando una nuova vita. Una fantascientifica Atlantide, popolata da una moltitudine di personaggi, resi quasi palpabili da una abile penna. Una per tutte, Lentina, la cui esse azzetata evoca quella sibilante della zanzara, ricordandoci che è un essere metà donna metà insetto. La storia scorre fluida in una accattivante serie di avventure che hanno come filo conduttore la dissolutezza. Perché il lupo perde il pelo ma non il vizio, gli umani ancora una volta non hanno saputo imparare dai loro errori e hanno distrutto anche l’ennesima possibilità di redenzione. Geniale la trovata dell’ unguento pernicioso, un medicamento antico, efficace  come il balsamo tigre ma in grado di innalzare lo spirito, e non solo, come il viagra.

Non resta che iniziare la lettura di Skeggia 8 e farsi trasportare su altre galassie.

Annunci

Un pensiero su “SKEGGIA 8 – EPISODIO I — RECENSIONE DI EMANUELA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...