Quando il mondo è paese

La recensione di “Non sposate le mie figlie”

di Philippe de Chauveron

non-sposate-le-mie-figlie

(VOTO 7 su 10)

Da vedere? Si

Questo San Valentino avevo voglia di qualcosa di divertente, che rendesse la serata allegra e leggera. “Non sposate le mie figlie” mi è stato consigliato da una mia amica e sono felice di averla ascoltata.

L’amore è da sempre una faccenda complicata e intricata, non si sceglie chi amare, non importa la religione, l’etnia o il colore della pelle… in un mondo perfetto forse, ma in questo?

Un’ironica commedia sui matrimoni multietnici, fatta di tanti luoghi comuni e dei più diffusi pregiudizi. Facile dopotutto non essere razzisti, fino a quando le culture e le famiglie non si devono unire e per forza di cose scontrare.

Uno spaccato di vita poco realistico, con attori troppo belli per essere veri e situazioni economiche troppo rosee per essere di questa epoca, praticamente nullo e invisibile l’impatto dei figli sulla vita famigliare, una visone molto semplificata della vita.

Per una sera però non importa quando veritiera possa essere la vita dei personaggi, l’importante è ridere e farsi coccolare da un lieto fine che fosse anche solo cinematografico scalda sempre e comunque il cuore.

Greca_Film_Telefilm

Home – Indice Recensioni Film

Annunci

2 pensieri su “Quando il mondo è paese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...